d

WE ARE BRUNN

Let’s Work Together

Duomo Monreale

3 | Le Catacombe dei Cappuccini e il duomo di Monreale

Scopri insider Sicily

Richiedi informazioni
e non perdere questa opportunità

Viaggi non per turisti ma per viaggiatori curiosi. Accompagnati da qualcuno che conosce davvero la Sicilia e che utilizza al meglio il tempo che avete a disposizione. Senza farvi perdere nulla di importante ma sorprendendovi con esperienze e incontri preclusi a un viaggiatore fai da te.

Quota individuale di partecipazione:

120€ (sulla base di 2 pax)

Scopri insider Sicily

Richiedi informazioni
e non perdere questa opportunità

Viaggi non per turisti ma per viaggiatori curiosi. Accompagnati da qualcuno che conosce davvero la Sicilia e che utilizza al meglio il tempo che avete a disposizione. Senza farvi perdere nulla di importante ma sorprendendovi con esperienze e incontri preclusi a un viaggiatore fai da te.

Durata:

6 giorni, 5 notti

Costo:

€ 1.620,00* / persona (minimo 8 Partecipanti)

Città:

Segesta, Selinunte, Agrigento, Piazza Armerina, Siracusa

Centinaia di mummie, conservate nei secoli in modo prodigioso, tra cui spicca quella della piccola Rosalia, la mummia meglio conservata al mondo. Un viaggio nella Sicilia di religiosità e di mistero, quello che si fa nelle catacombe del convento dei Cappuccini. Dal buio si passa allo splendore dei mosaici del Duomo di Monreale, dove - grazie a una guida insider del luogo - sarà possibile scoprire in modo unico l’intero complesso monumentale.

INFORMAZIONI

+ La quota comprende:

- guida turistica insider
- biglietti di ingresso per le Catacombe e per l’intero complesso monumentale di Monreale
- transfer con mezzo privato con conducente

TOUR ABSTRACT

In viaggio tra luoghi millenari dove si respira la storia

“Il trovarsi in persona nel centro prodigioso cui convergono
tanti raggi della storia del mondo non è cosa da poco”

(Cesare de Seta)

E' la Sicilia degli antichi, la Sicilia delle popolazioni indigene, dei Greci, dei Cartaginesi, dei Romani. La Sicilia della Valle dei Templi di Agrigento, la Sicilia che odora dei cespugli di mirto e di alloro tra le rovine.

Si parte da Segesta, con il suo tempio e il suo teatro in cima al monte, da cui la vista si estende fino al mare. Testimoni della città fondata dal popolo degli Elimi e più volte distrutta e risorta, a ritmo di guerre, conquiste, rifondazioni. Da lì a Selinunte, la grande rivale, con i suoi templi buttati giù dai terremoti medievali e rimessi in piedi, con le sue colonne altrove ancora inclinate, come pezzi di uno straordinario puzzle. Un puzzle che si svela nelle vicine Cave di Cusa, la miniera da cui il materiale per i templi era estratto, e dove i rocchi e le colonne sbozzate sono state lasciate lì in tutta fretta, a raccontare la fuga degli operai dalla minaccia cartaginese che incombeva.

Costeggiando il versante sud dell’Isola, non è lontana la Valle dei Templi, il più grande sito archeologico esistente al mondo, con i suoi 1300 ettari. Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco, è quel che resta della “più bella città dei mortali”, come la chiamava Pindaro, con un’agorà - allora - seconda soltanto a quella di Atene. Una storia che trova la sua più spettacolare e celebre espressione nel Tempio della Concordia. Ma che, con guide esperte, si dipana attraverso una narrazione che attraversa dodici templi dorici, tre santuari, numerose necropoli, gli ipogei, e l’ultimo arrivato: il teatro di età ellenistica, scoperto nel 2016 dopo secoli di ricerche e congetture, meraviglia di accademici e archeologi di tutto il mondo. Nel pomeriggio ancora un tuffo nella storia, ma anche nella natura, con una visita esclusiva. Per finire con una cena multiculturale da ricordare.
Attraversando un altro pezzo di Sicilia, ecco la Villa Romana del Casale di piazza Armerina, la casa delle delizie di un anonimo, aristocratico, riccone di epoca imperiale. Furono maestranze africane - artisti dei mosaici e del marmo – a decorarla quindici secoli fa con 120 milioni di tessere che raffigurano scene di caccia, fanciulle in bikini, decori agresti. Pranzo gourmet e poi via verso Aidone, dove nel Museo abita una star: la dea di Morgantina del V secolo dopo Cristo, scolpita da un discepolo diretto di Fidia, trafugata nel secondo dopoguerra e restituita nel 2011 dal Paul Getty Museum di Malibù.

Passata Caltagirone, la città delle ceramiche, si arriva a Siracusa, con la sua Ortigia dove sembra di sentire ancora il respiro degli dei. Due giorni basteranno appena a godere della sua bellezza abbacinante, tra monumenti greci, itinerari artigiani, piazze mozzafiato, e a decidere di tornarci. O, chissà, di andare a viverci.

INFORMAZIONI

+ La quota comprende:

Tour di 6 giorni con piccolo pullman privato con inizio a Trapani e fine a Catania. Sistemazione in camera doppia e prima colazione in hotel 4 stelle o in residenza
storica e di charme di standard equivalente

  • 2 notti ad Agrigento
  • 1 notte a Caltagirone
  • 2 notti a Siracusa
  • 4 degustazioni tipiche con una bevanda analcolica
  • 1 pranzo gourmet con una bevanda analcolica
  • 3 cene in ristorante tipico con bevande
  • 1 cena in palazzo nobiliare con bevande
  • Guida locale accompagnatore per l’intero viaggio
  • Ingressi ai luoghi

*soggetta a riconferma all’atto della prenotazione
La quota non comprende ciò che non è espressamente indicato.